Guida SEO - Cap. 4

Capitolo 4: Le basi del design e dello sviluppo in ottica SEO

Le basi del design e dello sviluppo in ottica SEO

Contenuto indicizzabile

I motori di ricerca sono limitati nel modo in cui effettuano la scansione del Web e interpretano il contenuto. Una pagina web non sempre ha lo stesso aspetto per te e per me come sembra a un motore di ricerca. In questa sezione, ci concentreremo su specifici aspetti tecnici della costruzione (o modifica) delle pagine web, in modo che siano strutturati allo stesso modo sia per i motori di ricerca che per i visitatori umani. Questa è una parte eccellente della guida da condividere con i tuoi programmatori, content manager, e designer, in modo che tutte le parti coinvolte nella costruzione di un sito siano in grado di pianificare e sviluppare un sito che sia gradito ai motori di ricerca.

Per essere elencati nei motori di ricerca, il contenuto più importante dovrebbe essere in formato testo HTML. Immagini, file Flash, applet Java, e altri contenuti non testuali sono spesso ignorati o svalutati dagli spider dei motori di ricerca, nonostante i progressi fatti nella tecnologia di scansione. Il modo più semplice per garantire che le parole e le frasi visibili ai visitatori siano visibili anche ai motori di ricerca, è quello di metterle nel testo HTML della pagina. 

Tuttavia, metodi più avanzati sono disponibili per coloro che richiedono una più raffinata formattazione o stili di visualizzazione: Alle immagini nei formati gif, jpg o png possono essere assegnati "attributi alt" in HTML, fornendo così ai motori di ricerca una descrizione testuale del contenuto visivo. I box di ricerca possono essere integrati con la navigazione e con collegamenti individuabili. Flash o contenuti presenti nei plug-in Java possono essere integrati con il testo nella pagina. Video & contenuti audio dovrebbero avere una trascrizione di accompagnamento se le parole e le frasi usate sono utili per essere indicizzati dai motori.
 
 

Vedere come un motore di ricerca 

Molti siti web hanno problemi significativi con i contenuti indicizzabili, di modo che un duplice controllo è utile. Utilizzando strumenti come la cache di Google,  o SEO-browser.com potete vedere quali elementi dei tuoi contenuti sono visibili e indicizzabili ai motori. 
 
 
Versione completa e solo testo
 
Versione cache della Home page di Nautilo.it e la relativa versione solo testo.
 
 

E'questo il nostro aspetto? 

E 'consigliabile controllare non solo il contenuto del testo, ma utilizzare anche strumenti SEO per controllare due volte che le pagine che si stanno crando siano visibili ai motori. Questo vale per le immagini, e come si vede qui sotto, pure per i link.


Struttura dei link scansionabile

Così come i motori di ricerca hanno bisogno di vedere il contenuto per elencare le pagine nei loro indici basati su parole chiave massive, hanno bisogno anche di vedere i link per trovare il contenuto. Una struttura di link scansionalibile - che permette agli spider di leggere i percorsi di un sito web - è di vitale importanza al fine di trovare tutte le pagine del sito. Centinaia di migliaia di siti fanno l'errore critico di strutturare la loro navigazione in modo che i motori di ricerca non possono accedervi, compromettendo così la loro capacità di ottenere pagine elencate negli indici dei motori di ricerca. 
 
Qui di seguito, abbiamo mostrato come questo problema può verificarsi:
 
 
Crawling degli spider
 

In questo esempio lo spider di Google pagina ha raggiunto "HOME" e vede il collegamento alle pagine "B" e "D". Tuttavia, Anche se "C" e "E" potrebbero essere pagine importanti del sito, lo spider non ha modo di raggiungerle (o non sa nemmeno che esistono.) Questo perché non ci sono link diretti che puntano a quelle pagine. 
 
Per quanto riguarda Google potrebbero anche non esistere: importanti contenuti, buon targeting per parole chiave, e marketing intelligente non avranno alcuna influenza se i motori non possono raggiungere quelle pagine.
 
Struttura di un link
Nella figura sopra, il tag "
 
In questo esempio, l'URL http://www.nautilo.it ha il suo riferimento. Successivamente, la parte visibile del collegamento per i visitatori, chiamato "anchor text", descrive la pagina verso punta il collegamento. La pagina a cui punta è quella di Nautilo, società specializzata nella progettazione di soluzioni per la tecnologia web, motivo per cui abbiamo usato il testo di ancoraggio "Nautilo, Progettazione di soluzioni per la tecnologia web". Il tag chiude il collegamento, in modo che gli elementi più avanti nella pagina non avranno applicato l'attributo di collegamento. Questo è il formato più semplice di un link - ed è facilmente comprensibile ai motori di ricerca. Gli spider sanno che dovrebbero aggiungere questo collegamento alla schermata grafica dei motori, utilizzarlo per calcolare le variabili indipendenti delle query (come il PageRank di Google), e seguirlo per indicizzare i contenuti della pagina di riferimento.
 

 
Diamo un'occhiata ad alcuni motivi comuni per cui le pagine possono non essere raggiungibili 
 
Link in moduli che richiedono la compilazione e l'invio
 
Se si richiede agli utenti di compilare un modulo online prima di accedere a determinati contenuti, è probabile che i motori di ricerca non riusciranno mai a vedere quelle pagine protette. I moduli possono includere accesso protetto da password o un sondaggio completo. In entrambi i casi, gli spider dei motori di ricerca in genere non riescono a completare i moduli, per cui, qualsiasi contenuto o link che potrebbe essere accessibili tramite un modulo resta invisibile ai motori. 
 
 
Links in Javascript non analizzabili
 
Se si utilizza Javascript per i collegamenti, si può notare che i motori di ricerca o non scansionano o danno poco peso ai link incorporati all'interno di questo linguaggio. I link HTML standard dovrebbero sostituire Javascript (o accompagnarlo) su qualsiasi pagina sulla quale si vuole che gli spider dei motori passino. 
 
 
Link che puntano a pagine bloccate dal tag meta robots o dal file robots.txt 
 
Il tag meta robot e il file robots.txt permettono entrambi al proprietario di un sito di limitare l'accesso degli spider a una pagina. Molti webmaster hanno involontariamente usato queste direttive per bloccare l'accesso ai bot maligni, per poi scoprire che i motori di ricerca cessano la loro scansione.
 
 
Link in frame o i-frame
 
Tecnicamente, i collegamenti dentro i tag "frame" e "i-frame" sono raggiungibili, ma entrambi presentano dei problemi per i motori in termini di organizzazione e tracciamento. A meno che tu non sia un utente esperto, con una buona conoscenza tecnica di come i motori di ricerca indicizzano e seguono i link nei frame, è meglio evitarli.
 
 
I robot non usano moduli di ricerca 
 
Anche se questo tema si ricollega direttamente all'avvertimento precedente sui moduli, è un problema comune che vale la pena menzionare. Alcuni webmaster credono che posizionando una casella di ricerca sul loro sito, i motori saranno in grado di trovare tutto ciò che i visitatori cercano. Purtroppo, gli spider non eseguono le ricerche in questo modo per trovare i contenuti, e, quindi, milioni di pagine sono nascoste dietro le pareti inaccessibili, condannate all'anonimato fino a che una pagina scansionata non punta ad esse. 
 
 
Links in flash, java o altri plug-in 
 
Anche se ci sono dei link incorporati all'interno di un plugin java o flash, nessuno spider può raggiungerli attraverso la struttura dei link del sito: risulteranno quindi invisibili ai motori (e non-recuperabili da ricercatori che svolgono una query). 
 
 
Link su pagine con centinaia o migliaia di link 
 
I motori di ricerca scansionano soltanto una certa quantità di link in una determinata pagina - non una quantità infinita. Questa restrizione è necessaria per ridurre lo spam e conservare il posizionamento. Pagine con centinaia di collegamenti, sono a rischio di non vedere scansionati e indicizzati tutti quei link .
 
 
Se eviti queste insidie, avrai collegamenti HTML puliti, raggiungibili dagli spider, che garantiranno agli spider un facile accesso alle tue pagine di contenuti 
 
rel="no-follow"
 
 
 
I collegamenti possono avere una grande quantità di attributi applicati, ma i motori di ricerca li ignorano quasi tutti, con l'importante eccezione del tag rel = "nofollow". Nell'esempio sopra, aggiungendo l'attributo rel = nofollow al tag link, diciamo ai motori di ricerca che noi, i proprietari del sito, non vogliamo che questo link venga interpretato come il normale "voto editoriale." 
 
Nofollow, preso alla lettera, indica i motori di ricerca di non seguire un link (anche se alcuni lo fanno.) Il tag nofollow è nato come metodo per aiutare a bloccare i commenti automatici nei blog, libri degli ospiti, e i collegamento di spam (maggiori informazioni sul lancio qui), ma si è trasformato nel tempo in un modo di dire ai motori di escludere qualsiasi collegamento che normalmente sarebbe stato "seguito". Link taggati con nofollow vengono interpretati in modo leggermente diverso da ciascuno dei motori, ma è chiaro che non hanno tanto peso quanto i normali link "seguiti". 
 
 
Sono negativi i link nofollow? 
 
Anche se non passano tanto valore come i loro cugini follow, i link nofollow sono la parte naturale di un profilo di collegamento diverso. Un sito con un sacco di link in entrata accumulerà molti link nofollow, e questa non è una cosa negativa di per sé.
 
 
Google 
 
Google afferma che nella maggior parte dei casi non segue i link nofollow, né questi influenzano valori del PageRank o degli anchor text. In sostanza, noi utilizzando nofollow induciamo i motori a eliminare i link di destinazione dalla nostra rete globale dei link. I link nofollow non portano alcun peso e sono interpretati come testo HTML (come se il link non ci fosse). Detto questo, molti webmaster credono che anche un link nofollow da un sito con grande autorità, come ad esempio Wikipedia, possa essere interpretato come un segno di fiducia. 
 
Bing & Yahoo!
 
Bing, che forniscei risultati di ricerca per Yahoo, ha affermato di non includere i link nofollow nella rete dei collegamenti. In passato, hanno però dichiarato che link nofollow possono ancora essere utilizzati dai crawler come un modo per scoprire nuove pagine. Così, mentre loro "possono" seguire i link nofollow, non li considero come un fattore che influenza positivamente il posizionamento in classifica.

Key-Word
 

Utilizzo di parole chiave e il targeting (Keyword Usage & Targeting)

Le parole chiave sono fondamentali per il processo di ricerca: sono i mattoni del linguaggio e della ricerca. Infatti, l'intera scienza del reperimento delle informazioni (inclusi i motori di ricerca basati sul web come Google) si basa su parole chiave. Così come i motori scansionano e indicizzano i contenuti delle pagine in tutto il web, tengono traccia di quelle pagine di indici basati su parole chiave. Così, invece di memorizzare 25 miliardi di pagine web tutti in un database, i motori hanno milioni e milioni di database più piccoli, ognuno incentrato su un particolare termine parola chiave o una frase. Questo rende molto più veloce per i motori per recuperare i dati di cui hanno bisogno in una frazione di secondo. Ovviamente, se si desidera che la pagina abbia una possibilità di posizionamento nei risultati di ricerca per "cane", è saggio assicurarsi che la parola "cane" sia parte del contenuto indicizzabile del documento.


Il dominio delle parole chiave

Le parole dominano le nostre attitudini di ricerca e l'interazione con i motori. Ad esempio, una modello comune di query di ricerca potrebbe essere rappresentato così: 
 
Quando si esegue una ricerca, il motore recupera le pagine sulla base delle parole inserite nella casella di ricerca. Altri dati, come l'ordine delle parole, ortografia, punteggiatura e maiuscole di tali parole chiave forniscono informazioni aggiuntive che i motori usano per recuperare le pagine giuste e ordinarle per grado.
 
Per realizzare questo, i motori di ricerca misurano i modi in cui le parole chiave sono utilizzate nelle pagine per aiutarsi a determinare la "rilevanza" di un particolare documento rispetto ad una query. Uno dei modi migliori per "ottimizzare" il ranking (lo ricordiamo, è il posizionamento) di una pagina, è quello di garantire che le parole chiave siano chiaramente utilizzati in titoli, testo e metadati
 
In generale, più specifiche sono le parole chiave, migliori sono le probabilità di posizionamento nella classifica stilata in relazione alla concorrenza.
 
Per fare un esempio concreto si può pensare all'importanza del termine generico "libri" in relazione al titolo specifico, "Narciso e Boccadoro".
 
Si noti che mentre ci sono un sacco di risultati per il termine generico, ci sono molti meno risultati e quindi la concorrenza per il risultato specifico.


Abuso di parole chiave

Sin dagli albori della ricerca online, c'è stato chi ha abusato delle parole chiave, con il tentativo maldestro di manipolare i motori di ricerca. Si trattava di "riempire" ("stuffing") di parole chiave il testo, così come l'URL, i meta tag e i link. Purtroppo, questa tattica porta quasi sempre più danni che benefici al tuo sito
 
Nei primi tempi, i motori di ricerca facevano affidadamento sull'utilizzo delle parole chiave come segnale di pertinenza privilegiata, a prescindere da come le parole chiave venivano effettivamente utilizzati. Oggi, anche se i motori di ricerca ancora non sono in grado di leggere e comprendere il testo come un essere umano, la pratica di utilizzo ha ha permesso loro di avvicinarsi a questo ideale. 
 
La pratica migliore è quella di utilizzare le parole chiave in modo naturale e strategico (più informazioni in seguito). Se la pagina ha come tema la frase con parole chiave "Tour Eiffel", sarà naturale includere contenuti sulla Torre Eiffel di per sé: la storia della torre, o anche qualche hotel di Parigi consigliato. D'altra parte, se semplicemente inondate con le parole "Torre Eiffel" una pagina con contenuto irrilevante rispetto a questo tema, ad esempio una pagina su l'allevamento dei cani, i vostri sforzi per posizionarsi bene per "Torre Eiffel" diventeranno una battaglia lunga e in salita.

 

Ottimizzazione della pagina: "Buone pratiche"

Detto questo, l'utilizzo di parole chiave e il targeting fanno ancora parte degli algoritmi di ranking dei motori di ricerca, e siamo in grado di sfruttare alcune efficaci "buone pratiche" per l'uso di parole chiave per aiutare a creare pagine che si avvicinano all'essere "ottimizzate". 
 
In molti anni di esperienza sul campo, fatti di studio, sperimentazione, ricerca... Nautilo è in grado di fornire alcuni suggerimenti circa le "buone pratiche" da adottare per ottimizzare le pagine web:
 
  • Usare la parola chiave nel tag title, almeno una volta. Cerca di posizionare la parola chiave più vicino possibile all'inizio del tag title (maggiori dettagli su tag title seguiranno più avanti in questa sezione). 
  • Usarla almeno una volta ben in vista, nella parte superiore della pagina.
  • Usarla almeno 2-3 volte, comprese le variazioni, nel corpo del testo nella pagina - a volte un po' di più se ci sono molti contenuti testuali. Si può ottenere ancora qualcosa in più utilizzando maggiormente le variazioni della parola chiave, ma nella nostra esperienza, l'aggiunta di più variazionidi un termine o una frase tende ad avere poco o nessun impatto sulla classifica. 
  • Usare almeno una volta l'attributo "alt" di un'immagine contenuta nella pagina. Questo non solo aiuta la ricerca sul web, ma anche la ricerca di immagini, che può a volte portare traffico prezioso. 
  • Usarla almeno una volta nell'URL (regole aggiuntive per gli URL e le parole chiave saranno discusse più avanti in questa sezione). 
  • Usarla almeno una volta nel meta tag description. Si noti che il meta tag description NON viene utilizzato dai motori per la classifica, ma piuttosto aiuta ad attirare i click degli utenti che approdano alla pagina dei risultati dei motori, in quanto determina lo "snippet" (il frammento) di testo utilizzato dai motori di ricerca per generare una breve descrizione di anteprima della pagina, in base alla quale ci facciamo un'idea del contenuto dei risultati di ricerca e scegliamo fra le tante, quella a cui accedere.
  • Generalmente è preferibile evitare di posizionare le parole chiave in link di testo con puntamento verso altre pagine del tuo sito o domini diversi.

Il mito della densità di parole chiave

La densità di parole chiave non fa parte degli algoritmi di ranking moderni, come dimostrato dal Dr. Edel Garcia in "La densità di parole chiave del Non-Sense". 
 
Dati due documenti, D1 e D2, composti di 1000 termini (l = 1000) e un termine è ripetuto 20 volte (tf = 20), un analizzatore di densità di parole chiave vi dirà che per entrambi i documenti la Keyword Density (KD) sarà  KD = 20 / 1000 = 0,020 (o 2%) per quel termine. Valori identici si ottengono quando tf = 10 e L = 500. 
 
Evidentemente, un analizzatore di densità di parole chiave non stabilisce quale documento è più rilevante. Un'analisi della densità o il rapporto di densità di parole chiave non ci dice nulla circa: 
 
  1. La distanza relativa tra le parole chiave nei documenti (prossimità) 
  2. Dove in un documento i termini compaiono (distribuzione)
  3. La frequenza di co-citazione tra i termini (co-occorrenza)
  4. Il tema principale, l'argomento, e sotto-argomenti
 
Conclusione: La densità delle parole chiave è dissociata dal contenuto, dalla qualità, dalla semantica, e dalla pertinenza.


Il tag "Title"

L'elemento titolo di una pagina è stato pensato come un'accurata e sintetica descrizione del contenuto di una pagina. E 'fondamentale sia per la "user experience" (l'esperienza degli utenti) che per l'ottimizzazione dei motori di ricerca. 
 
Così come i tag title hanno una parte importante nell'ottimizzazione per i motori di ricerca, le seguenti procedure consigliate per la creazione dei tag title rappresentano una formidabile opportunità per raccogliere tutti i frutti di una buona SEO. Le raccomandazioni di seguito riguardano le parti critiche dell'ottimizzazione del tag title allo scopo di ottimizzare le pagine per i motori di ricerca e per l'usabilità. 
 
  1. Essere consapevoli della lunghezza. I motori di ricerca visualizzano solo i primi 65-75 caratteri di un tag title nei risultati di ricerca. (Dopo questa lunghezza, i presentano i puntini di sospensione - "..." per indicare quando un tag title è stato tagliato). Questo è anche il limite generalmente consentito dalla maggior parte dei siti di social media, dunque è fortemente consigliato attenersi a questo limite. Tuttavia, se si stanno ottimizzando più parole chiave (o una frase con parole chiave particolarmente lunga) ed è contenuta nel tag title, è essenziale per il posizionamento, andare anche oltre questo limite generalmente valido.
  2. Inserire parole le chiave importanti nella parte superiore della pagina. Più le parole chiave sono vicine all'inizio del Tag Title, più utili saranno per il posizionamento e maggiore è la probabilità che un utente clicchi su di loro nei risultati di ricerca. 
  3. Influenza del marchio. Può essere strategicamente rilevante terminare ogni tag title con una menzione del marchio, in quanto ciò contribuisce ad aumentare la consapevolezza del marchio stesso e genera un più alto tasso di click-through (rapporto click per visite) per le persone che amano e hanno familiarità con il marchio. A volte ha senso di inserire il marchio all'inizio del tag title, come ad esempio può avvenire nella home page. Dato però che le parole all'inizio del tag title hanno più peso, bisogna essere ben consapevoli di ciò che si sta cercando di ottimizzare
  4. Considerare la leggibilità e impatto emotivo. Il tag title dovrebbe essere descrittivo e leggibile. Creare un tag title convincente porterà più visite dai risultati della ricerca e può spingere i visitatori a investire nel tuo sito. Pertanto, è importante pensare non solo all'ottimizzazione e l'uso di parole chiave, ma all'intera esperienza utente. Il tag title è il primo aspetto di una nuova interazione del visitatore con il vostro marchio e deve dare un'impressione più positiva possibile.

 

Evidenziatura parole chiave

Come si può notare nell'immagine, le parole chiave ricercate vengono visualizzate in grassetto nella schermata dei risultati di ricerca, di modo da evidenziarle rispetto alle altre.


I Meta tag

I Meta tag sono nati per fornire ai proxy informazioni sul contenuto di un sito web. Molti dei meta tag di base sono elencati di seguito, insieme ad una descrizione del loro utilizzo. 
 
Meta Robots 
Il meta tag robots può essere utilizzato per controllare l'attività degli spider dei motori di ricerca (per tutti i principali motori) a livello di pagina. Ci sono diversi modi per utilizzare i meta robot per controllare come i motori di ricerca trattano una pagina: 
 
index / noindex indica ai motori se la pagina deve essere sottoposta a scansione e conservata nell'indice dei motori per il recupero. Se si sceglie di utilizzare "noindex", la pagina sarà esclusa dai motori. Per impostazione predefinita, i motori di ricerca aggiungono all'indice tutte le pagine, per cui utilizzare il valore "index" è generalmente inutile. 
 
follow / nofollow dice ai motori se i collegamenti della pagina devono essere sottoposti a scansione. Se si decide di utilizzare "nofollow", i motori ignoreranno i link sulla pagina, sia per scoprire nuovi contenuti che ai fini del posizionamento. Per impostazione predefinita, tutte le pagine hanno settato l'attributo "follow".
 
Esempio:  
 
noarchive viene utilizzato per impedire ai motori di ricerca di salvare una copia cache della pagina. Per impostazione predefinita, i motori mantngono visibili le copie di tutte le pagine che hanno indicizzato, accessibili agli utenti attraverso il link "Copia cache" nei risultati di ricerca. 
 
nosnippet informa i motori che non devono mostrare il blocco descrittivo di testo accanto al titolo della pagina e l'URL nei risultati di ricerca. 
 
noodp / noydir sono tag speciali che indicano ai motori di non ricavare un blocco di testo descrittivo su una pagina Open Directory Project (DMOZ) o Yahoo! Directory per la visualizzazione nei risultati di ricerca. 
La direttiva di intestazione HTTP X-Robots-Tag ha questo stesso obiettivo. Questa tecnica funziona particolarmente bene per i contenuti che non sono file HTML, come le immagini. 
 
 

Meta Description

Il meta tag description consiste in una breve descrizione del contenuto di una pagina. I motori di ricerca non usano le parole chiave o frasi in questo tag per il posizionamento, ma i tag meta description sono la fonte primaria per il frammento di testo visualizzato sotto un elenco di risultati ("snippet"). 
 
Il meta tag description ha la funzione di testo pubblicitario, di immagine per i lettori del tuo sito nella pagina dei risultati e, quindi, è una parte estremamente importante del search marketing. Confezionare una descrizione leggibile e  convincente, utilizzando le parole chiave più importanti (notare come Google rende in "grassetto" le parole chiave ricercate nella descrizione), può convertirsi in un più elevato tasso di click-through per tua pagina. 
 
I Meta description possono essere di qualsiasi lunghezza, ma i motori di ricerca in genere tagliano frammenti più lunghi di 160 caratteri, quindi è consigliabile rimanere entro questi limiti. 
 
In assenza di meta descrizioni, i motori di ricerca creano lo snippet da altri elementi della pagina. Per le pagine che hanno come target più parole chiave e argomenti, questa è una tattica perfettamente valida. 
 
 

Meta Keywords (Non importanti come i Meta Tag)

Il tag meta keywords aveva valore un tempo, ma non è più valido o importante per l'ottimizzazione verso i motori di ricerca. Per maggiori informazioni sulla storia e un resoconto completo sul perché il meta keywords è caduto in disuso, leggere Meta Keywords Tag 101 di SearchEngineLand. 
 

Meta refresh, meta rivisit-after, meta content type, etc. 

Anche se questi tag possono avere utilità per l'ottimizzazione dei motori di ricerca, sono meno critici per il processo, e quindi rimandiamo a Strumenti per i Webmaster di Google Aiuto per una risposta più dettagliata - Meta Tag.


Strutture URL

L'URL, indirizzo Web per un particolare documento, è di grande valore dal punto di vista della ricerca e può comparire in varie posizioni importanti. 
 
Google URL
Poiché i motori di ricerca visualizzano gli URL nei risultati, questi possono avere un impatto sia dal punto di vista del click-through che di visibilità. Gli URL sono utilizzati inoltre per il posizionamento (ranking) dei documenti, e quelle pagine i cui nomi includono le keywords di ricerca interrogate ricevono qualche beneficio dall'uso di parole chiave descrittive e adeguate.
Google Url
 
 
URL Browser
Gli URL compaiono anche nella barra degli indirizzi del browser web e, mentre questo generalmente ha un impatto minimo sui motori di ricerca, una struttura e un design URL povero, possono tradursi in esperienze utente negative. 
Browser URL
 
 
Blog URL
L'URL sottostante è utilizzato come link anchor text che punta alla pagina cui fa da riferimento in questo post del blog.
Blog URL



Linee guida per la costruzione degli URL

Usare l'empatia
Mettiti nella mente di un utente e guarda il tuo URL. Se si possono prevedere facilmente e con precisione i contenuti che ci si aspetta di trovare nella pagina, gli URL sono adeguatamente descrittivi. Non è necessario precisare ogni dettaglio nell'URL, ma un'idea di massima è un buon punto di partenza. 
 
Breve è meglio 
Mentre un URL descrittivo è importante, ridurre al minimo la lunghezza e mettere nel punto giusto gli slash, renderà il vostro URL facile da copiare e incollare (in e-mail, articoli di blog, messaggi di testo, ecc) e sarà pienamente visibile nei risultati di ricerca. 
 
L'uso delle parole chiave è importante (ma un uso eccessivo è pericoloso)
Se la pagina si riferisce ad un termine o una frase specifica, assicurarsi di includerlo nell'URL. Tuttavia, non esagerare cercando di inserirla in più parole chiave in ottica SEO - un uso eccessivo provocherà URL meno utilizzabili e può far scattare i filtri anti-spam. 
 
Staticità
Le migliori URL sono umanamente leggibili se non contengono un sacco di parametri, numeri e simboli. Utilizzando tecnologie come mod_rewrite per Apache e ISAPI_rewrite per Microsoft, si possono facilmente trasformare gli URL dinamici come questo http://moz.com/blog?id=123 in una versione statica più leggibile come questo: http://moz.com/blog/google-fresh-factor. Anche i singoli parametri dinamici in un URL possono provocare un'indicizzazione un posizionamento nella classifica inferiori. 
 
Utilizzare trattini per separare le parole
Non tutte le applicazioni web interpretano con precisione separatori come underscore "_" più "+", o spazio "%20", quindi usa il trattino "-" per separare le parole in un URL, come in google-fresh-factor per gli URL dell'esempio sopra.


Versioni canoniche e duplicati di contenuti

Il contenuto duplicato è uno dei problemi più fastidiosi e problematici che qualsiasi sito web debba affrontare. Negli ultimi anni, i motori di ricerca hanno usato la mano pesante sui contenuti "sottili" e duplicati, attraverso sanzioni e posizionamenti inferiori nelle classifiche. 
 
La "canonicalization" avviene quando due o più versioni duplicate di una pagina web appaiono su URL diversi. Questo è molto comune con i moderni Content Management System (sistemi di gestione dei contenuti, come Wordpress, Joomla.. etc). Questo accade ad esempio quando si offre una versione standard di una pagina e una versione ottimizzata per la stampa dello stesso contenuto.
I contenuti duplicati possono persino apparire su più siti web. Per i motori di ricerca, questo presenta un grosso problema - quale versione di questo contenuto dovrebbero mostrare agli utenti? Nelle cerchie di esperti SEO, il problema è spesso indicato come contenuti duplicati - descritto in maggiore dettaglio qui:
 
I motori sono pignoli su versioni duplicate di un unico cotenuto. Per fornire la migliore esperienza di ricerca, raramente mostreranno duplicati di contenuti e, quindi, sono costretti a scegliere quale versione è più probabile che sia l'originale. Il risultato finale è che tutto il contenuto duplicato potrebbe discendere a un rango inferiore a quello che dovrebbe. 
 
La "canonicalizzazione" è la pratica di organizzare i tuoi contenuti in modo tale che ogni pezzo unico abbia una e una sola URL
 
Ipotiziamo di avere tre pagine dupliate: se il proprietario del sito ha preso queste tre pagine e applicato il reindirizzamento 301, i motori di ricerca avranno una sola pagina più forte per mostrare le inserzioni di quel sito. 
 
Quando più pagine con la possibilità di classificarsi bene sono combinate in una sola pagina, non solo non si troveranno a competere, ma creeranno una forte rilevanza e popolarità generale. Questo avrà un impatto positivo sulla capacità della pagina di posizionarsi bene nei motori di ricerca. 
 
Il Tag Canonical in soccorso!
C'è poi un'altra opzione per i motori di ricerca, chiamata "Tag URL Canonical" ed è utile per ridurre i casi di contenuto duplicato su un singolo sito e unificarli in un URL individuale. Questa pratica può essere utilizzata anche riguardo a diversi siti web, da un URL su un dominio a un URL diverso in un dominio diverso.
 
Usa il tag "canonical" all'interno della pagina che contiene contenuti duplicati. Il "target" dei tag canonical dovrà puntare alla URL "master" che si desidera ottimizzare per il posizionamento nei motori.
 
Il funzionamento interno 
 
 
 
Questo dice ai motori di ricerca che la pagina in questione deve essere trattata come se fosse una copia del URL http://www.nautilo.it e che tutti i collegamenti e le metriche dei contenuti che i motori applicano devono ritornare a questo URL. 
L'attributo tag URL Canonical è simile in molti aspetti a un redirect 301 dal punto di vista SEO. In sostanza, si sta dicendo ai motori che più pagine dovrebbero essere considerate come una sola (ciò che fa il 301), senza però reindirizzare i visitatori al nuovo URL - cosa che spesso risparmia al vostro personale di sviluppo considerevole angoscia. 



Rich Snippets

Mai visto un voto con 5 stelle in un risultato di ricerca? E'probabile che il motore di ricerca abbia ricevuto le informazioni dai rich snippet incorporati nella pagina web. I rich snippet sono un tipo di dati strutturato che permette ai webmaster di arricchire il contenuto in modo da fornire informazioni ai motori di ricerca. 
 
Mentre l'uso di rich snippets e dati strutturati non è un elemento necessario del design semplificato del motore di ricerca, la sua adozione crescente significa che i webmaster che ne approfittano possono godere di un vantaggio in alcune circostanze. 
 
Aggiungere dati strutturati significa aggiungere markup ("marcatura") per il contenuto in modo che i motori di ricerca possano facilmente identificare il tipo di contenuto. Schema.org offre diversi tipi di esempi di dati che possono trarre benefici dal markup strutturato. Sono compresi tra questi le persone, i prodotti, le recensioni, le imprese, le ricette e gli eventi. 
 
Spesso i motori di ricerca includono i dati strutturati nei risultati di ricerca, come ad esempio nel caso delle opinioni degli utenti (stelle) e profili d'autore (immagini). Ci sono diverse buone risorse in rete per saperne di più sui rich snippet, comprese le informazioni su Schema.org e Google Rich Snippet Testing Tool.
 
 

Rich snippets allo stato brado

Ipotiziamo che tu voglia annunciare una Conferenza SEO sul tuo blog. Con un normale HTML, il codice potrebbe essere così:
 
 
SEO Conference
Learn about SEO from experts in the field.
Event date:
May 8, 7:30pm
 
 
Adesso, strutturando i dati, possiamo fornire al motore di ricerca informazioni più specifiche circa il tipo di dati. Il risultato finale potrebbe essere qualcosa del genere:
 
itemscope
itemtype="http://schema.org/Event">
itemprop="name">SEO Conference
 
itemprop="description">Learn about SEO from experts in the field. 
Event date: 
<time itemprop="startDate" datetime="2012-05-08T19:30">May 8, 7:30pmtime> 
 

 

Vai al Capitolo 5Torna al Capitolo 3

CONTATTACI nautilo

Hai bisogno di supporto? contattaci adesso!
MAIL SUPPORTO

Vuoi maggiori informazioni sulle nostre soluzioni o hai bisogno di un consiglio? Contattaci e saremo lieti di aiutarti in tutto ciò di cui hai bisogno.

Passa a trovarci

Nautilo S.r.l.

Loc. Drove Campomaggio, 18

53036 - Poggibonsi (SI) Italy

Tel.: +39 0577 937223

P. IVA 04832610481