Guida SEO - Cap. 8

Strumenti e servizi dei motori di ricerca

Strumenti e servizi dei motori di ricerca

I SEO tendono ad usare un sacco di strumenti. Alcuni dei più utili sono forniti dai motori di ricerca stessi. I motori di ricerca vorrebbero che i webmaster creassero siti e contenuti accessibili, per questo forniscono una varietà di strumenti di analisi e di orientamento. Queste risorse gratuite forniscono centri di raccolta dati e opportunità di scambio di informazioni con i motori che non sono forniti da nessun'altra parte.

Di seguito spiegheremo gli elementi comuni che ciascuno dei principali motori di ricerca supporta e spiegheremo il motivo per cui sono utili.


Struttura dei link scansionabile

1. Sitemap

Pensate a una mappa del sito come un elenco di file che danno suggerimenti ai motori di ricerca su come possono scansionare il tuo sito web. Le Sitemap aiutano i motori di ricerca trovare e classificare i contenuti che potrebbero non aver trovato da soli sul tuo sito. Sitemappossono esistere in una varietà di diversi formati e possono mettere in evidenza diversi tipi di contenuti, tra cui video, immagini, notizie e contenuti per mobile. 

Puoi leggere tutti i dettagli dei protocolli su Sitemaps.org. Inoltre, è possibile costruire la propria sitemap su XML-Sitemaps.com. Sitemaps sono disponibili in tre varietà: 
 
 
XML - Extensible Markup Language (formato raccomandato) 
 
  • Questo è il formato più ampiamente accettato per le sitemap. E' estremamente facile per i motori di ricerca analizzarlo e può essere prodotto da una gran quantità di generatori di sitemap. Inoltre, esso permette un controllo più raffinato dei parametri della pagina. 
  • I file sono di dimensioni relativamente importanti. Dal momento che l' XML richiede un tag di apertura e un tag di chiusura attorno ad ogni elemento, le dimensioni dei file possono diventare molto grandi.

 

RSS - Really Simple Syndication or Rich Site Summary 
 
  • Di facile manutenzione. Le sitemap RSS possono essere facilmente codificate per aggiornarle automaticamente quando viene aggiunto un nuovo contenuto. 
  • Più difficile da gestire. Sebbene RSS è un dialetto di XML, in realtà è molto più difficile da gestire per le sue proprietà di aggiornamento. 
 
 
Txt - File di testo 
 
  • Estremamente facile. Questo formato della sitemap consiste in un URL per riga, per un massimo di 50.000 righe. 
  • Non consente la possibilità di aggiungere metadati alle pagine.
 
 

2. robots.txt 

Il file robots.txt, un prodotto del Robots Exclusion Protocol, è un file memorizzato nella directory principale di un sito web (ad esempio, www.google.com/robots.txt). Il file robots.txt fornisce istruzioni al web crawler automatizzati che visitano il tuo sito, compresi gli spider di ricerca. 

 

Utilizzando robots.txt, i webmaster possono indicare ai motori di ricerca per quali aree di un sito vorrebbero impedire ai bot di eseguire la scansione, così come indicare i percorsi dei file sitemap e i parametri di crawl-delay.
 
I seguenti comandi sono disponibili: 
 
Disallow
Impedisce ai robot che lo consentono di accedere pagine o cartelle specifiche. 
 
Sitemap
Indica la posizione della sitemap di un sito web. 
 
Crawl Delay
Indica la velocità (in millisecondi) alla quale un robot può scansionare un server.
 
 
Un esempio di file robots.txt
 
#Robots.txt www.example.com/robots.txt
User-agent: *
Disallow:
 
# Don’t allow spambot to crawl any pages
User-agent: spambot
disallow: /
 
sitemap:www.example.com/sitemap.xml
 
 
Attenzione: Non tutti i robot web seguono robots.txt. I malintenzionati (ad esempio i ladri di indirizzi di posta elettronica) costruiscono bot che non seguono questo protocollo e in casi estremi possono utilizzarlo per identificare la posizione di informazioni private. Per questo motivo, si raccomanda che la localizzazione delle sezioni amministrativi e altre sezioni private di siti accessibili al pubblico non siano incluse nel robots.txt. Invece, queste pagine possono utilizzare il meta tag robots (discusso di seguito) per permettere ai principali motori di ricerca di indicizzare il loro contenuto ad alto di rischio.
 

3. Meta Robots 

Il meta tag robots crea istruzioni a livello di pagina per i bot dei motori di ricerca. 

 
Il meta tag robots dovrebbe essere incluso nella sezione head del documento HTML. 
 
Un esempio di Meta Robots:
 

  
    Titolo della pagina
    
  
  
    

Intestazione


  
 
Nell'esempio precedente, "NOINDEX, NOFOLLOW" indica ai robot di non includere questa pagina nei loro indici e di non seguire alcuno dei link presenti nella pagina.
 
 

4. Rel = "nofollow" 

Ricordi che i link agivano come voti? L'attributo rel=nofollow ti permette di collegarti a una risorsa, mentre rimuove il vostro "voto" ai fini dei motori di ricerca. Letteralmente, "nofollow" dice ai motori di ricerca di non seguire il link, ma alcuni motori li seguono lo stesso per scoprire nuove pagine. Questi collegamenti passano certamente meno valore e nella maggior parte dei casi non passano "juice" (letteralmente succo, con cui si intende il valore passato a un sito dai link al suo interno) rispetto ai loro omologhi con l'attributo follow, ma sono utili in diverse situazioni in cui ci si collega ad una fonte non attendibile. 

 
 

5. rel = "canonical" 

 
Spesso, due o più copie dello stesso esatto contenuto, appaiono sul tuo sito web con URL differenti. Ad esempio, i seguenti URL possono tutti fare riferimento a una singola homepage: 
 
  • http://www.example.com/
  • http://www.example.com/default.asp
  • http://example.com/
  • http://example.com/default.asp
  • http://Example.com/Default.asp
 
Per i motori di ricerca, questi appaiono come 5 pagine separate. Poiché il contenuto è identico in ogni pagina, questo può far sì che i motori di ricerca svalutino il contenuto e il suo potenziale posizionamento in classifica. 
 
Il tag canonical risolve questo problema dicendo ai robots di ricerca quale fra le pagine è quella "autorevole", ossia quella che dovrebbe contare nei risultati di ricerca.
 
 
Un esempio di rel="canonical" per l'URL
 
http://example.com/default.asp
 
 
    The Best Webpage on the Internet
   
 
 
   

Hello World

 
 
 
Nell'esempio precedente, il rel=canonical dice ai robot che questa pagina è una copia di http://www.example.com, e di considerare l'ultimo URL come quello canonico (canonical).


Gli strumenti dei motori di ricerca

Google Webmaster Tools - Le funzioni più popolari 

Google webmasters tools

Impostazioni 
Destinazione geografica - Se un dato sito si rivolge agli utenti in una determinata posizione, i webmaster possono fornire a Google informazioni che aiuteranno a determinare come questo sito viene visualizzato nei risultati di ricerca specifici del loro paese, nonché migliorare i risultati di Google per le ricerche geografiche. 
 
Dominio Preferito - Il dominio preferito è quello che un webmaster vorrebbe che venisse utilizzato per indicizzare le pagine del suo sito. Se un webmaster specifica un dominio preferito come http://www.example.com e Google trova un link a questo sito che è formattato come http://example.com, Google considererà quel link come se puntasse a http: //www.example.com. 
 
Parametri URL - è possibile indicare a Google informazioni su ciascun parametro del vostro sito, come ad esempio "sort=price" e "sessioniD=2". In questo modo aiuti Google a scansionare il tuo sito in modo più efficiente, ignorando quei parametri che producono contenuti duplicati e aumentando il numero di pagine uniche che Google scansionare sul tuo sito.
 
Crawl Rate - la velocità di scansione influisce sulla velocità delle richieste di Googlebot durante il processo di scansione. Non ha alcun effetto su quanto spesso Googlebot esegue la scansione di un determinato sito. Google determina la velocità raccomandata in base al numero di pagine di un sito web. 
 
 

Diagnostica 

Malware - Google ti informerà se ha qualche malware sul tuo sito. I malware non sono solo un male per gli utenti, ma avranno un effetto fortemente negativo sulla vostro posizionamento in classifica.
 
Errori di scansione - Se i contatori di Googlebot rilevano errori significativi durante la scansione del tuo sito, come ad esempio i 404, segnaleranno questi e identificheranno dove Googlebot ha trovato il link all'URL inaccessibile.
 
Suggerimenti HTML - Questa analisi identifica gli elementi HTML ostili ai motori di ricerca. In particolare, sono elencati i problemi nel meta tag description, problemi e contenuti non indicizzabili nel meta tag title. 
 

Il tuo sito sul Web

Queste statistiche offrono una vista d'insieme specifica sulla SEO, in quanto riportano le visualizzazioni delle parole chiave, i tassi di click-through, le pagine più in alto nei risultati di ricerca, e le statistiche sui link. Attenzione, molti SEO si lamentano del fatto che i dati di Strumenti per i Webmaster siano spesso incompleti e offrono al più stime approssimative
 

Configurazione del sito

Questa sezione importante ti permette di inviare sitemap, verificare i file robots.txt, regolare i link del sito, e inviare le richieste di cambio di indirizzo quando si sposta il tuo sito web da un dominio all'altro. Quest'area contiene anche le sezioni "Impostazioni" e "Parametri URL" discusse in precedenza.
 

Statistiche dei +1

Quando gli utenti condividono i tuoi contenuti su Google+ con il pulsante +1, questa attività è spesso annotata nei risultati di ricerca. Guarda questo video illuminante su Google+ per capire perché è importante. In questa sezione, Strumenti per i webmaster di Google riporta gli effetti del condividere con +1 sulle prestazioni del tuo sito nei risultati di ricerca. 
 
 

Labs 

La sezione Labs di Strumenti per i Webmaster contiene i rapporti che Google considera ancora in fase sperimentale, ma ciò nonostante importanti per i webmaster. Uno dei più importanti di questi rapporti è la Site performance (prestazioni del sito), che indica quanto velocemente o lentamente sia caricato il sito dai visitatori.
 
 
 

Bing Webmaster Center 

Bing webmaster central
 

Caratteristiche principali 

 
Panoramica dei siti - Questa interfaccia fornisce una singola panoramica di tutte le prestazioni i vostri siti web 'nei risultati di ricerca forniti da Bing. Le statistiche in linea generale includono i click, le visualizzazioni, le pagine indicizzate e il numero di pagine scansionato per ogni sito. 
 
Statistiche sulle scansioni - Qui è possibile visualizzare i report su come molte pagine del sito sono state scansionate da Bing e scoprire gli eventuali errori riscontrati. Così come in Google Webmaster, è possibile anche inviare sitemap per aiutare Bing per scoprire e dare priorità ai tuoi contenuti. 
 
Indice - Questa sezione permette ai webmaster di visualizzare e controllare come Bing indicicizza le loro pagine web. Ancora una volta, come avviene in "Impostazioni" di Google Webmaster Tools, qui si può esplorare come i contenuti sono organizzati all'interno di Bing, inviare gli URL, rimuovere gli URL dai risultati di ricerca, esplorare i link in entrata e regolare le impostazioni dei parametri. 
 
Traffico - La sintesi del traffico in Bing Webmaster riporta le visualizzazioni e i dati di click-through, combinando i dati sia dai risultati di ricerca di Bing che di Yahoo. Questi rapporti mostrano la posizione media, nonché le stime dei costi se si dovessero acquistare annunci destinati a ogni parola chiave.
 
 
I motori di ricerca solo recentemente hanno iniziato a fornire strumenti efficaci per aiutare i webmaster a migliorare i loro risultati di ricerca. Questo è un grande passo in avanti per la SEO e il rapporto webmaster/motore di ricerca. Detto questo, i motori hanno la possibilità di andare anche oltre nell'aiutare i webmaster. E' vero oggi, e probabilmente lo sarà in futuro, che la responsabilità ultima, riguardo la SEO, è degli addetti al marketing e dei webmaster. 
 
E' per questo motivo che imparare la SEO per te stesso è così importante.


Torna al Capitolo 7Vai al Capitolo 9

CONTATTACI nautilo

Hai bisogno di supporto? contattaci adesso!
MAIL SUPPORTO

Vuoi maggiori informazioni sulle nostre soluzioni o hai bisogno di un consiglio? Contattaci e saremo lieti di aiutarti in tutto ciò di cui hai bisogno.

Passa a trovarci

Nautilo S.r.l.

Loc. Drove Campomaggio, 18

53036 - Poggibonsi (SI) Italy

Tel.: +39 0577 937223

P. IVA 04832610481